CHE TORNEO INCREDIBILE

torn4

Eravamo partiti con il nostro solito ed unico intento: battere i tifosi del Newcastle e il nostro torneo sarebbe finito li. Infatti tutto procedeva secondo i piani, persa come sempre la prima partita eccoci allo scontro diretto con i Magpies: una birretta per tutti prima del calcio d’inizio e poi solo concentrazione, orgoglio e voglia di vincere. Pronti via ecco il goal del nostro attaccante 43enne Giulio. Poi tanto cuore per difendere il goal e cercare di raddoppiare ma il risultato finale resta invariato, 1-0 missione compiuta. Grande festa con due pazzi tifosi di Sunderland che son scesi per l’occasione proprio per tifarci e son rimasti tutto il giorno nel Centro Sportivo al nostro fianco. Per noi era finita li, ma la vittoria con il West Ham ci ha messo un po di fame e il successivo 0-0 contro i fortissimi Latin Lions ci ha clamorosamente fatto passare il turno.

torn2

Una bella pausa a panini e birra e rieccoci in campo per la prima volta in questa Italian Connection a disputare i quarti di finale, avversario il Celtic e una bella vittoria con un 3-2 finale. A questo punto eravamo nelle prime quattro, non potevamo crederci ed eravamo felicissimi, giù ancora birra per idratarci dal caldo milanese e poi pronti ad affrontare la semifinale. Cotti come non mai (il 50% della squadra è sopra i 40 anni di cui uno 59enne) abbiam preso una sonora bastonata 4-1 senza storia contro i Saints ma noi eravamo già contenti e consapevoli dei nostri limiti. Ci credavamo 4 assoluti ma una sorpresa finale si è avverata: vinto 5-1 contro l’Aston Villa.

Terzi? si proprio noi che volevamo solo vincere il derby e che come motto abbiamo sempre avuto quello di giocare tutti e 13 gli stessi minuti (cosa avvenuta anche quest’anno). Un grazie ai miei ragazzi, al nostro allenatore simbolico e senza poteri di scelta, alle nostre famiglie e ancora a Ian e Russell per il lungo viaggio da Sunderland a Milano.

torn1

La vittoria della coppa Fair Play è poi stata la ciliegina sulla torta, per noi che facciamo dell’onesta del divertimento e dello spirito di grande sportività il nostro unico stile di gioco. Unica amarezza l’infortunio abbastanza grave di un giocatore del WestHam durante il match contro di noi: in bocca al lupo, torna presto in campo…

Un grazie ai vincitori di Chelsea Italia che supportano la nostra piccola Nina e la mia “Road to Stadium of Light”.